• Approfondimenti

Cashback di Stato e lotteria degli scontrini

Tutti i negozi fisici MediaWorld aderiscono alle iniziative del piano Italia Cashless: scopri ora come funzionano cashback e lotteria degli scontrini

È partito da pochi giorni il programma di cashback di Stato, uno dei punti cardine del Piano Italia Cashless , insieme alla Lotteria degli scontrini , previsto dal Governo per incentivare l'utilizzo della moneta elettronica.  L’iniziativa offre la possibilità di ottenere un rimborso in denaro effettuando acquisti a titolo privato con strumenti di pagamento elettronici esclusivamente tramite dispositivi fisici presso gli Esercenti che partecipano al programma, come MediaWorld ( www.mediaworld.it/negozi ).
Possono aderire al sistema di cashback di Stato tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia e dichiarare di utilizzare i metodi di pagamento solo per spese personali e non per la propria impresa. 
La prima fase sperimentale (Extra Cashback di Natale) è partita l’8 dicembre e durerà fino al 31 dicembre 2020 . In questo periodo è possibile ottenere un rimborso pari al 10% di quanto speso, fino a un massimo di 15 euro per transazione. È poi necessario effettuare minimo 10 transazioni entro fine anno e si può arrivare fino a un massimo cumulato di rimborso di 150 euro.
Nella seconda fase, che partirà il 1° gennaio 2021, il numero delle transazioni minime si sposta a 50 in un semestre; il rimborso resta al 10% della spesa, con un massimo di 150 euro a semestre, quindi di 300 euro all'anno.
Ma non finisce qui: c'è un’altra tipologia di rimborso ben più "ricca", chiamata Super Cashback.  Si tratta di un rimborso speciale forfettario pari a 1.500 euro erogato sulla base di una graduatoria che tiene conto del numero di transazioni effettuate nel semestre di riferimento (è escluso il periodo sperimentale). A "vincere" questo super-premio saranno i 100.000 cittadini iscritti al programma di cashback che avranno totalizzato il maggior numero di transazioni: verrà quindi premiata anche la spesa con metodi di pagamento elettronici anche per i piccoli acquisti, dato che chi più ne fa, più ha possibilità di aggiundicarsi la bella "sorpresa" da 1500 euro.

Come fare per aderire al cashback di Stato e ottenere i rimborsi sui propri acquisti  

Per beneficiare del cashback di Stato bisogna attivare un account sull’app governativa IO  ( https://io.italia.it/cashback ). Per accedere e configurare l'app IO, è necessario disporre dello SPID (l'identità digitale che è stata usata anche per il Bonus Mobilità) oppure della Carta di Identità elettronica con il PIN. Al momento della registrazione occorre fornire il proprio codice fiscale, l'IBAN del conto sul quale si vuole ottenere il rimborso e ovviamente i dati di tutte le proprie carte di credito o bancomat che si intende "iscrivere" al cashback: tutti i pagamenti fatti con queste carte contribuiranno al raggiungimento del proprio risultato personale. 

Tutti i beni acquistati sono validi ai fini del cahsback di Stato, esclusi gli acquisti online

Per ottenere il rimborso sui propri acquisti, è necessario andare fisicamente in negozio : sono, infatti, esclusi dal sistema di cashback di Stato gli acquisti effettuati online e gli acquisti professionali o aziendali. Per quel che riguarda la tipologia di beni o servizi, ai fini del cashback di Stato vale qualsiasi acquisto personale, dal carburante per l’auto alla spesa al supermercato, dal caffè al bar all’acquisto di qualasisi prodotto che trovi da MediaWorld.

La lotteria degli scontrini non va confusa con il cashback

Attenzione però a non confondere il cashback di Stato con la lotteria degli scontrini : questa è un'altra iniziativa promossa dal Governo e sempre legata agli acquisti effettuati con strumenti di pagamento elettronici, ma con obiettivi e meccanismi del tutto diversi.
Partecipare è molto semplice: dal sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it  è possibile ottenere il proprio codice a barre inserendo semplicemente il codice fiscale , basta stamparlo e portarlo con sé oppure salvarlo su smartphone.
A partire dal 1° febbraio 2021, acquistando beni o servizi e mostrando il codice lotteria all’esercente, si otterrà l'inserimento del proprio codice nel sistema della Lotteria. Per ogni euro di acquisto in questa modalità si otterrà un biglietto virtuale di questa particolare lotteria, fino a un massimo di 1.000 euro spesi e quindi di 1.000 biglietti per scontrino.
I premi sono davvero ricchi, come quelli di una vera lotteria : 7 premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana; 3 premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese; 1 premio di 1 milione di euro ogni anno. Ma c'è di più: nel caso di pagamenti elettronici, i biglietti virtuali ottenuti parteciperanno anche alle estrazioni "zerocontanti” che daranno luogo a premi ancora più ricchi. Ci sono in palio 15 premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e 15 premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente ogni settimana; 10 premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e 10 premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente ogni mese; 1 premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente ogni anno.

Chi può partecipare al cashback di Stato?

Quando inizia il programma Cashback e quanto dura?

Il Cashback di Stato si articola in quattro periodi fino ad arrivare al 30 giugno 2022. Il primo periodo, definito sperimentale (Extra Cashback di Natale) ha preso il via l’8 dicembre 2020 e proseguirà fino al 31 dicembre 2020. Il 1° gennaio 2021 si aprirà il 1° Semestre che durerà fino al 30 giugno 2021, il 2° Semestre partirà il 1° luglio 2021 e si concluderà il 31 dicembre 2021, infine il 3° Semestre inizierà il 1° gennaio 2022 fino a 30 giugno 2022.

Come e quando sono erogati i rimborsi previsti dal Cashback?

I rimborsi avvengono tramite bonifico sul codice IBAN indicato al momento della registrazione al programma. L’erogazione dei rimborsi relativi al periodo sperimentale avverrà a febbraio 2021, mentre per i semestri successivi entro 60 giorni dal termine del periodo a cui fanno riferimento.

Quali strumenti di pagamento elettronici sono inclusi nel programma Cashback?

Per poter partecipare al Cashback di Stato le transazioni deve essere effettuate tramite dispositivi fisici di accettazione pagamenti con carte di credito, carte di debito su circuiti internazionali e su circuito PagoBANCOMAT, carte prepagate, le carte fedeltà (escluse quelle per accumulo punti) ovvero carte e app di pagamento connesse a circuiti privati e/o spendibilità limitata, app di pagamento, altri sistemi di pagamento come Google Pay e Apple Pay (a partire dal 2021)

Quali acquisti vengono rimborsati con il Cashback di Stato?

Vengono rimborsati gli acquisti effettuati a titolo privato (fuori dall’ambito di qualsiasi attività d’impresa, arte o professione) con strumenti di pagamento elettronici.

Quali acquisti non vengono rimborsati con il Cashback di Stato?

Sono esclusi dall’iniziativa Cashback di Stato : i pagamenti effettuati online; i pagamenti per acquisti nell’ambito di attività d’impresa, arte o professione; i pagamenti effettuati per acquisti presso gli esercenti che non dispongono di un Acquirer Convenzionato (soggetto che ha concluso un accordo con l’Esercente per l’utilizzo di dispositivi di accettazione di strumenti di pagamento elettronici e che ha sottoscritto una convenzione con la società PagoPA S.p.A. per partecipare al Programma); i pagamenti effettuati fuori dal territorio nazionale; tutte le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (prelievi, ricariche telefoniche, ecc); gli addebiti diretti su conto corrente; le operazioni relative a pagamenti ricorrenti con addebito su carta o conto corrente; ogni altra operazione che non risulti compresa ai sensi del Decreto 24 novembre 2020, n.156 emesso dal Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Quando parte la lotteria degli scontrini?

Chi può partecipare alla lotteria degli scontrini?

Come scaricare codice lotteria scontrini?

Per scaricare il codice lotteria scontrini basta accedere alla sezione PARTECIPA ORA presente nella home page del sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it (attiva dal 1° dicembre 2020) e digitare il proprio codice fiscale (non serve registrarsi). A quel punto il sistema genera un codice lotteria da stampare o memorizzare sul proprio dispositivo mobile.