Le risposte al CLUB Quiz "MUSICA E ALTA FEDELTA'"
  • CLUB Quiz

Le risposte al CLUB Quiz "MUSICA E ALTA FEDELTA'"

Conosci la tecnologia utilizzata da amplificatori audio e giradischi? Cosa vuol dire che un amplificatore è in Classe A? Scopri le migliori risposte alle domande del CLUB Quiz MUSICA E ALTA FEDELTA'

Un amplificatore è in Classe A quando…

Miglior risposta:  Il transistor finale di potenza lavora sull'intera forma d'onda del segnale (semionda positiva e negativa)

Un amplificatore è in Classe B  quando…  

Miglior risposta:  Il transistor finale di potenza lavora su metà del segnale (semionda positiva o negativa)

Un amplificatore è in Classe AB quando…  

Miglior risposta:  Il transistor finale di potenza lavora su poco più della metà del segnale


Gli amplificatori si dividono in classi di funzionamento in base alla configurazione dello stadio finale di potenza. In un amplificatore in classe A il transistor di potenza amplifica l’intera forma d’onda, sia la parte positiva che quella negativa del segnale; in un amplificatore in Classe B ogni transistor finale di potenza lavora solo sul  50% del segnale: per amplificare l’intero segnale vengono utilizzate coppie di transistor, uno dedicato alla parte positiva del segnale e l’altro a quella negativa. La Classe AB prevede un funzionamento simile alla Classe B, vengono sempre utilizzate coppie di transistor, ma ognuno lavora su un po’ più della metà del segnale.  Gli amplificatori in Classe A sono accreditati di un suono molto dolce e naturale, con bassa distorsione, ma sono poco efficienti e in genere non offrono una potenza elevata. Quelli in Classe B presentano un’ottima efficienza e sono capaci di una potenza elevata, ma hanno una distorsione abbastanza elevata, pertanto sono poco utilizzati per le applicazioni audio. Gli amplificatori in Classe AB riescono a mettere insieme gli aspetti positivi delle Classi A e B.


Un diffusore è a tre vie se…

Miglior risposta:  Ha altoparlanti dedicati per la riproduzione delle alte, medie e basse frequenze

 
Un diffusore a tre vie utilizza un crossover che suddivide il segnale in ingresso in alte, medie e basse frequenze; ognuna di queste porzioni di segnale viene quindi affidata ad un altoparlante dedicato (tweeter, midrange e woofer) per la riproduzione.  Un diffusore a tre vie utilizza quindi almeno tre altoparlanti, tuttavia la presenza di tre altoparlanti non è sufficiente ad identificare un diffusore come un “tre vie”: esistono infatti configurazioni particolari in cui due altoparlanti vengono utilizzati sullo stesso intervallo di frequenze, tipicamente 2 woofer. In questo caso il diffusore è un due vie, anche se con tre altoparlanti. 


Se un diffusore passivo dichiara una potenza di 100 watt vuol dire che…

Miglior risposta: È in grado di sopportare una potenza massima in ingresso di 100 watt

 

Un diffusore passivo trasforma un segnale elettrico in un segnale acustico. Non genera quindi potenza, piuttosto è in grado di sopportare un segnale di una certa potenza senza danneggiarsi. In questo senso vanno interpretati i valori di potenza specificati. Avere una cassa più “potente” non significa quindi sentire più forte.

 



Quale caratteristica ha un diffusore in sospensione pneumatica?

Miglior risposta: È realizzato in cassa chiusa, sigillata ermeticamente rispetto all'esterno

Un diffusore in sospensione pneumatica è realizzato in cassa chiusa: il volume interno è sigillato ermeticamente rispetto all'esterno. Al contrario, i diffusori con bass reflex utilizzano un accordo, un tubo, che mette in comunicazione il volume interno al diffusore con l’esterno. In questo modo è possibile ottenere un rinforzo della gamma bassa. 


Qual è il formato di registrazione del CD audio?

Miglior risposta:  44,1 kHz / 16 bit

Lo standard CD prevede la registrazione di un segnale stereo digitale a 44,1 kHz / 16 bit, vengono cioè memorizzati 44100 campioni al secondo del segnale, il cui valore è definito mediante l’utilizzo di 16 bit.

.



Quando un file audio si considera in alta risoluzione (hi-res)?

Miglior risposta:  Quando ha una risoluzione maggiore di 44,1 kHz / 16 bit

Si considera in alta risoluzione (High-Resolution Audio) un qualsiasi file con una densità di informazione superiore allo standard CD, cioè oltre i 44,1 kHz / 16-bit. Di solito viene utilizzata la codifica a 24 bit, con una frequenza di campionamento che può raggiungere i 192 kHz.


Quanti minuti di musica ci stanno su un lato di un LP 33 giri?

Miglior risposta:  Circa 30 minuti 


Un disco 33 giri LP (diametro 12” o 30 cm) può contenere circa 30 minuti di musica per lato,  non sempre viene però sfruttato tutto lo spazio a disposizione.


Cosa si può collegare all'ingresso Phono MC dell'amplificatore?

Miglior risposta:  Un giradischi con testina a bobina mobile

Cosa si può collegare all'ingresso Phono MM dell'amplificatore?

Miglior risposta:  Un giradischi con testina a magnete mobile


Il giradischi richiede attenzioni particolari, non è possibile collegarlo a un qualsiasi ingresso analogico dell’amplificatore. Il suo livello di uscita è infatti più basso delle altre sorgenti, inoltre Il segnale inciso sul disco utilizza la curva di equalizzazione RIAA, occorre quindi uno speciale circuito in grado di eseguire un’equalizzazione contraria, questo circuito è presente sull’ingresso Phono. I giradischi possono inoltre utilizzare testine a bobina mobile (Moving Coil) o a magnete mobile (Moving Magnet) che presentano  differenti livelli di uscita e che pertanto necessitano di una sezione di preamplificazione con caratteristiche diverse.


Di che tipo di connettore si tratta?

Miglior risposta:  XLR, viene utilizzato per i collegamenti audio analogici bilanciati

 


Quelli nell’immagine sono connettori XLR, questo tipo di connessione trasporta un segnale audio analogico bilanciato la cui caratteristica fondamentale è una minore sensibilità nei confronti del rumore fondo che può essere captato dal cavo. Viene utilizzato per collegare apparecchi a grande distanza o per collegare apparecchi ad alte prestazioni, tipicamente una sorgente alla sezione di amplificazione o nei collegamenti tra pre e finale di potenza. 


Di che tipo di connettore si tratta?

Miglior risposta:  Toslink, trasporta un segnale audio digitale

 

Quello nell’immagine è un cavo Toslink, questo tipo di connessione trasporta un segnale audio digitale in formato ottico. La connessione Toslink è stata progettata da Toshiba per connettere i lettori CD ai ricevitori, in seguito è stata adottata anche dagli altri produttori per trasportare il segnale audio digitale S/PDIF.


Cos'è il DSD?

Miglior risposta:  È il formato utilizzato per la codifica dei dati nei SACD

Il Direct Stream Digital (DSD) è un sistema di codifica utilizzato per immagazzinare segnali audio su supporti digitali. Sviluppato da Sony e Philips, è utilizzato per il Super Audio CD (SACD).


Cos'è l'MLP?

Miglior risposta:  È lo standard di compressione dei dati utilizzato nei DVD-Audio

Il Meridian Lossless Packing è un algoritmo di compressione dei dati senza perdita delle informazioni, è stato sviluppato dalla Meridian Audio. L'MLP è lo standard utilizzato per la compressione dei contenuti su DVD-Audio.


Cos'è il Loudness?

Miglior risposta: Un filtro audio che agisce sulle basse e le alte frequenze


Il Loudness è un circuito, un filtro, che enfatizza le alte e le basse frequenze,  è stato progettato per sopperire alla ridotta sensibilità dell’orecchio umano a queste frequenze durante un ascolto a basso volume. Utilizzato su alcuni amplificatori, è considerato da molti un vero è proprio “toccasana”, ma non gode di una grande considerazione da parte degli audiofili più convinti. Si tratta infatti di un sistema che agisce solo su alcune porzioni dello spettro audio, rendendo non lineare la risposta in frequenza.   


Un amplificatore si dice a stato solido se…

Miglior risposta: È realizzato mediante un circuito a transistor


Gli amplificatori che utilizzano circuiti a transistor per l’amplificazione del segnale sono detti a stato solido. Si tratta dei modelli più diffusi in commercio, ma esistono anche amplificatori a valvole o ibridi, che utilizzano una combinazione delle due tecnologie (valvole e transitor).


Cos'è un amplificatore digitale?

Miglior risposta:  Un amplificatore in Classe D, a commutazione (lavora su impulsi)


Gli amplificatori digitali utilizzano la configurazione in Classe D, trasformano cioè il segnale analogico in ingresso in impulsi di durata o lunghezza variabile, in base all’intensità. Il segnale a impulsi viene opportunamente filtrato e in uscita si ottiene una copia amplificata del segnale in ingresso. Questi amplificatori sono caratterizzati da un’efficienza molto elevata, vicina al 100%: permettono cioè di trasferire quasi tutta l’energia assorbita dalla rete elettrica sul segnale d’uscita. Spesso sono utilizzati in abbinamento a sorgenti digitali.


Una cuffia è di tipo aperto se…

Miglior risposta: È priva di isolamento acustico


Le cuffie di tipo aperto non offrono isolamento acustico, lasciano cioè filtrare il rumore proveniente dall’esterno e al tempo stesso lasciano passare la musica in ascolto verso l’esterno. Non consentono quindi di isolarsi completamente rispetto al mondo esterno, ma permettono di rimanere vigili su quello che accade intorno. 


DOMANDONE - Quanto vale la gamma dinamica di un segnale digitale a 24 bit?

Miglior risposta: 145 dB circa

La gamma dinamica è data dalla differenza tra il livello minimo e quello massimo di un segnale. Una codifica a 24 bit permette di rappresentare 2 ^24 livelli di segnale, cioè 16.777.216‬ livelli. Facendo i calcoli si ottiene: 20*Log (16.777.216)‬=144,5 dB

 

Altri articoli che potrebbero interessarti

Leggi tutto di CLUB Quiz