• Approfondimenti

Notebook o desktop: scegli il PC che fa per te

Desktop e notebook rappresentano da sempre due diversi modi di vivere l’esperienza computer. Con gli anni le differenze a livello di prestazioni tra le due tipologie di dispositivi si sono assottigliate, consentendo così all’utente di scegliere liberamente in base alle reali necessità la soluzione più adatta

Decidere oggi tra un PC desktop o un notebook è più difficile rispetto a qualche anno fa. Da una parte i computer desktop hanno assunto dimensioni più contenute, sposando linee eleganti e colori alla moda, che ne consentono l’installazione in qualsiasi ambiente anche se si ha poco spazio a disposizione. Dall’altra i notebook hanno raggiunto un livello di performance pari ai PC da scrivania, grazie a processori multi-core e memorie di ultima generazione , permettendo di eseguire in mobilità operazioni complesse o dedicarsi al gaming senza compromessi. Indubbiamente l’opzione desktop consente una maggiore personalizzazione della postazione , attraverso periferiche che maggiormente rispecchiano l’utente e le personali necessità. Ad esempio: si preferirà un monitor con risoluzione 4K per operare con programmi di grafica e video editing, si sceglieranno mouse e tastiera senza fili per ridurre gli ingombri, e così via. Con il notebook la questione si sposta, invece, sul lato portabilità , potendo portare sempre con sé il proprio lavoro, i contenuti preferiti, i progetti e le ricerche per lo studio. Desktop e notebook costituiscono, dunque, due diverse modalità di vivere l’esperienza computer , entrambe valide, in cui a scegliere da che parte stare è sempre l’utente finale. 

NOTEBOOK

La potenza del PC ovunque

Negli anni i notebook hanno conosciuto una grande evoluzione sotto il profilo del design e degli ingrombri, ma ancora di più si sono evoluti al loro interno, dove hanno trovato spazio processori potentissimi, schede video in grado di far girare giochi a tripla A, quantità di memoria da computer desktop e una batteria capace di garantire ore e ore di lavoro. Come orientarsi tra i diversi modelli disponibili? Innanzitutto è bene chiarirsi le idee su cosa si sta cercando. Di base i notebook offrono tutti potenza sufficiente per svolgere i compiti più comuni, non c’è notebook che non permetta una buona navigazione in Internet insieme all’uso dei programmi da ufficio come posta elettronica, scrittura di testi o elaborazione di fogli elettronici, oltre ad essere perfetti compagni nei momenti di svago. Dove, invece, c’è una grande differenza è sul fronte dei lavori particolari: se si lavora con video o grafica, ad esempio, ci sarà bisogno di un processore potente, di tanta memoria, di un disco veloce e magari di uno schermo ad alta risoluzione.

5 buoni motivi per scegliere il notebook

POTENZA
Come un desktop, ma sta sulle gambe

Il primo vantaggio offerto da un notebook è il sistema operativo che offre le stesse opportunità di un computer desktop. Qualsiasi applicazione che funziona su un computer desktop può funzionare su un computer portatile, a patto di avere l’hardware in grado di assicurargli un buon funzionamento ovviamente. Attenzione quindi a scegliere la componentistica adatta. Da preferire quindi processori come gli Intel Core i7 o i9 di ultima generazione per ottenere il massimo anche con le applicazioni che richiedono maggiore potenza di calcolo. A un notebook che non vuole far rimpiangere un desktop non deve mancare una GPU di ultima generazione (non integrata), come le Nvidia GeForce RTX serie 30 ideali per giocatori e creativi. Chiude il cerchio una dotazione di RAM da almeno 8 GB e un’unità di archiviazione di tipo SSD.

TASTIERA, TRACKPAD E MOUSE
Un uso facile e confortevole grazie a tastiera e mouse

I notebook hanno quasi sempre una tastiera standard, nessuna fatica quindi per scrivere testi molto lunghi. Nel tempo le tastiere dei notebook si sono evolute al punto che mediamente hanno un comfort nella digitazione molto elevato. E in più c’è la possibilità di utilizzare il trackpad che in molti notebook è addirittura multitouch. Consente quindi, per esempio, di utilizzare gesti con due dita per ingrandire o rimpicciolire le immagini. E in ogni caso è sempre possibile collegare un mouse esterno , dotando il notebook di una serie incredibile di periferiche di input.

ESPANDIBILITÀ
Se la memoria non basta, si può aggiungere

I notebook, entro certi limiti, sono espandibili. Si può espandere o sostituire la memoria RAM o aggiungere spazio di memoria di archiviazione installando un disco a stato solido (SSD) più capiente. Il professionista che lo usa per lavoro e il gamer che ama i giochi più impegnativi beneficeranno di un quantitativo di RAM superiore agli 8 GB, mentre un disco SSD con capienza maggiore consente di effettuare qualsiasi attività in modo veloce e senza eventuali problemi di spazio.

AMPIO DISPLAY
Tanti pollici per un uso facile e confortevole

Le dimensioni dello schermo contano, che si voglia guardare un film, lavorare un foglio di calcolo o tenere aperti sul monitor più documenti. I notebook offrono un ampio schermo anche oltre i 15 pollici, insieme a risoluzioni che possono arrivare al 4K. Tuttavia è bene valutare attentamente la risoluzione: il 4K può essere utile se si fa montaggio video, si elaborano foto ad alta risoluzione e in pochi altri casi. In tutti gli altri, è più che sufficiente un Full HD.

 
AUTONOMIA
Batteria a lunga durata

La durata della batteria è importantissima in tutti i dispositivi portatili. Molto dipende chiaramente dal tipo di utilizzo: difficilmente usando in modo intenso processore e scheda grafica la batteria darà il meglio di sé. Se però il notebook è attrezzato con disco a stato solido (SSD), un processore a basso consumo e una batteria generosa, allora non è difficile arrivare fino a 14 ore di autonomia . Sono risultati che si ottengono con un uso del computer moderato, magari tenendo bassa la luminosità dello schermo e utilizzando applicativi non troppo impegnativi.

 

DESKTOP

Il PC desktop si rinnova: più versatilità e performance senza compromessi

Compatto, versatile e con un design ricercato. Il PC desktop, da strumento dedicato principalmente alla produttività, è diventato negli anni un affidabile alleato per le operazioni quotidiane di tutta la famiglia, tra navigazione web, social network e intrattenimento online. Dimensioni ridotte e costi sempre più accessibili hanno permesso ai produttori di progettare soluzioni adatte a qualsiasi tipologia di utente , avviando una nuova fase per il settore. Un grande lavoro di restyling è stato, inoltre, eseguito sulle forme, che oggi appaiono più armoniose e compatibili con ogni ambiente.  La possibilità di creare una postazione personalizzata ed efficiente, con hardware e periferiche che si adattano alle personali esigenze, rappresenta uno dei punti cardine dell’esperienza desktop. È possibile stabilire il livello di performance combinando, ad esempio, processore, RAM, scheda grafica e unità di archiviazione a proprio piacimento e in base all’utilizzo. La configurazione hardware può essere modificata nel tempo, così da avere un computer sempre performante con una spesa minima. Associare un monitor ad alta risoluzione e speaker potenti rende il PC un perfetto centro multimediale per film, serie tv e musica in streaming. Scheda grafica con RAM dedicata e tecnologia ray tracing, mouse ad alta precisione e tastiera retroilluminata trasformano la postazione in una potente console per il gaming. Infine, stampante multifunzione e un sistema di raffreddamento silenzioso offrono l’ambiente ideale per lo studio e il lavoro.

5 buoni motivi per scegliere un PC Desktop

VERSATILITÀ
Una configurazione personalizzabile che si può modificare nel tempo

Studio, lavoro o gioco. Il PC desktop offre il grado più alto di versatilità del segmento computer grazie alle infinite possibilità di configurazione. Processore, scheda grafica, RAM e unità di archiviazione SSD concorrono a stabilire performance e tipologia d’uso della macchina. Una fisionomia che può essere modificata successivamente con la sostituzione di componenti hardware, l’ampliamento della memoria RAM o l’aggiornamento dell’SSD. Il PC rappresenta, dunque, uno strumento personalizzabile in base alle esigenze e garantisce una maggiore durabilità nel tempo , consentendo di ammortizzare i costi iniziali. Anche gli interventi di riparazione risultano più semplici, merito della struttura modulare con cui è composto e della facilità di reperimento di componenti compatibili. 

 
ACCESSORI
Tutte le periferiche che desideri

Il principale vantaggio di orientarsi su un PC fisso consiste nella possibilità di associare un numero di periferiche pressoché illimitato, creando la postazione dei propri desideri. Monitor, mouse e tastiera senza fili, stampante, unità di archiviazione esterne, lettori ottici, speaker e qualsiasi altro dispositivo può essere collegato in modo semplice e diventare parte integrante dell’esperienza desktop. Scegliere la periferica adatta alla tipologia di computer in proprio possesso è facile: osservando la scheda tecnica fornita in fase di acquisto e le porte a disposizione disposte sul retro del PC è possibile stabilire rapidamente quali dispositivi risultano compatibili. Il collegamento avviene in pochi passaggi e il computer riconoscerà automaticamente la nuova periferica così da dare subito inizio al divertimento.

 
MONITOR
La soluzione ideale per gamer e creativi

Tra i privilegi di optare per un PC desktop vi è indubbiamente quello di poter associare uno o più monitor senza limiti di ampiezza. In commercio sono disponibili modelli che superano i 30 pollici e che offrono una risoluzione fino a 4K, ideali per l’elaborazione di foto e video e le applicazioni di grafica. Per gestire un monitor di tale portata è necessario chiaramente abbinare una scheda grafica performante, dotata di RAM dedicata. Le tecnologie disponibili oggi consentono di avere una frequenza di aggiornamento delle immagini visualizzate fino a 240 Hz, in modo da non perdere neanche un dettaglio durante la fruizione dei contenuti. Questa funzionalità è particolarmente apprezzata anche dal mondo gaming, in cui immagini fluide e nitide costituiscono la base essenziale per immergersi nel gioco e affrontare al meglio le sfide online.

 
MEMORIA
Performance senza compromessi

La potenza di calcolo è un concetto alla base dell’esperienza desktop , grazie anche alle innumerevoli opzioni messe a disposizione dai produttori sul mercato. Intel e AMD, per citare i due più grandi fornitori di microprocessori, hanno compiuto passi da gigante nel segmento CPU offrendo chipset multicore realizzati con processi produttivi sempre più accurati e in grado di superare i 5 Ghz di potenza. Anche la RAM, che memorizza le informazioni utili al funzionamento del PC, si rivela un componente fondamentale per migliorare la reattività del sistema. Qui non conta solo la quantità ma anche la tipologia di memoria utilizzata: oggi la più diffusa è la RAM DDR4 che ha incrementato le prestazioni di oltre il 50% rispetto alla precedente generazione e diminuito drasticamente i consumi.

Windows, MacOS e ChromeOS: tre modi differenti di vivere il PC

Windows, massima integrazione tra produttività e svago

Windows non ha certo bisogno di presentazioni. Il sistema operativo caratterizzato da un’interfaccia a finestre è divenuto popolare nel ‘95 con la versione dedicata ai personal computer e da allora non si è più fermato. Microsoft, società informatica che lo ha progettato, ha saputo modificare negli anni il concetto di PC rendendolo uno strumento semplice da utilizzare e adatto a tutte le utenze. Lavoro, studio o svago, Windows si dimostra sempre all’altezza, con migliaia di applicativi pronti all’uso e un menù in grado di adattarsi a configurazioni desktop, laptop o dispositivi 2-in-1 con schermo touch. Windows 10 nella sua ultima versione integra una serie di nuove funzioni tra cui un centro notifiche più completo , l’integrazione della sequenza temporale in cui individuare le attività svolte nei 30 giorni precedenti, la possibilità di attivare desktop virtuali e di organizzare le app aperte spostandole su un lato dello schermo per il massimo della produttività. 

MacOS, disegnato attorno all’utente

Disponibile esclusivamente su computer a marchio Apple, MacOS è senza dubbio tra i sistemi operativi desktop più completi in circolazione. L’ultima release, denominata Big Sur, racchiude tutta l’esperienza Apple, con un’interfaccia completamente ridisegnata che ricorda da vicino iOS. Il sistema integra migliaia di app, una migliore gestione della messaggistica, un centro di controllo notifiche personalizzato, facendo sentire a proprio agio anche chi non ha mai utilizzato un dispositivo Mac. Il browser Safari rende più intuitiva la navigazione sul web, adottando un design essenziale e un numero maggiore di estensioni. Riprogettata, inoltre, l’applicazione Mappe che ora include tour in 3D e la possibilità di creare e condividere guide e itinerari.  

ChromeOS, parola d’ordine: semplicità

Veloce, leggero e intuitivo. Può descriversi così il sistema operativo ChromeOS progettato da Google e basato quasi interamente sull’esperienza online. L’utente accedendo al proprio profilo potrà interagire con le applicazioni della famiglia Google e trovare documenti, immagini e preferenze già impostate sul browser Chrome. L’avvio del computer avviene in pochi secondi e gli aggiornamenti sono effettuati in background in modo da non interrompere le attività in corso. ChromeOS consente, inoltre, di creare diverse scrivanie virtuali su cui lavorare e supporta l’utilizzo multiutente. Infine, se non si ha a disposizione una rete è possibile utilizzare applicazioni e consultare i documenti anche offline abilitando l’apposita funzione dal menù dedicato.