Razer Project Hazel è la mascherina smart del futuro
  • CES 2021

Razer Project Hazel è la mascherina smart del futuro

Project Hazel è la mascherina smart annunciata al CES 2021 da Razer, pensata per migliorare le interazioni sociali e realizzata in plastica riciclata trasparente con amplificatori integrati per propagare all’esterno la voce dell’utente

Project Hazel è un concept design progettato per far fronte alle questioni ambientali legate alle mascherine monouso, migliorando al contempo le funzionalità di una protezione personale multiuso. La mascherina è realizzata in plastica riciclata resistente ai graffi e trasparente per consentire la lettura del labiale e vedere le espressioni del viso quando si parla con le persone. Include anche delle luci interne che si attivano automaticamente al buio, permettendo di esprimersi chiaramente indipendentemente dalla luminosità ambientale. Inoltre, integrerà anche un microfono e un amplificatore (Razer VoiceAmp) per migliorare l’emissione dei suoni e rendere più comprensibile la comunicazione nei momenti di massima socialità.

La mascherina smart dovrebbe garantire una protezione analoga alle maschere di tipo N95, il condizionale è d’obbligo in quanto non è ancora stata certificata da parte delle autorità sanitarie. Per filtrare l’aria in ingresso è dotata di ventilatori laterali rimovibili e ricaricabili con base di ricarica rapida wireless dotata di raggi ultravioletti disinfettanti. Dispongono di potere filtrante anti-batterico ad alta efficienza (BFE), capaci di intercettare il 95% delle particelle trasportate dall’aria e con un’elevata resistenza ai fluidi. Invece, gli Smart Pods regolano l’areazione per una traspirabilità ottimale con raffreddamento attivo e regolazione dell’aria, mentre il rivestimento in silicone e gli occhielli auricolari regolabili  assicurano una vestibilità confortevole. Il tocco Razer è dato dall’ illuminazione personalizzabile Razer Chroma RGB presente sui due Smart Pods. 

La progettazione del concept della mascherina smart Project Hazel non nasce per caso: fin dall'inizio della pandemia Razer è stata proattiva nella lotta contro il COVID-19, con la conversione dei propri impianti di produzione per la realizzazione di mascherine mediche certificate e la donazione di 1 milione di mascherine chirurgiche agli operatori sanitari nell’ambito dell'iniziativa Razer Health. 

Altri articoli che potrebbero interessarti

Leggi tutto di CES 2021