• Guida all'acquisto

Videoconferenze e film a scatti? Ottimizza il Wi-Fi per ottenere il massimo dalla tua rete

Quando la connessione è lenta lavorare da casa, seguire le lezioni in videoconferenza o guardare un film in streaming diventa molto difficile. In un periodo di grande traffico come questo è importante capire qual è il problema e ottimizzare la rete Wi-Fi per ottenere sempre il massimo delle prestazioni

In questo periodo in cui siamo tutti a casa il traffico Internet è aumentato in maniera importante: le connessioni sono messe a dura prova dal telelavoro, dalla necessità di studiare da casa con frequenti videoconferenze, ma anche dal desiderio di rilassarsi con un film in streaming o un gioco online. Rallentamenti e brevi disconnessioni possono rendere problematica ogni attività, ma non è detto che la lentezza della connessione sia dovuta solo al provider e alla qualità della linea: i rallentamenti potrebbero essere causati dalla rete Wi-Fi di casa che, sottoposta alla richiesta di connessioni contemporanee da più dispositivi, non è in grado di reggere il traffico. Le cause possono essere diverse: dispositivi  ormai vecchi e non più adeguati, oppure non disposti in modo corretto o soggetti a fastidiose interferenze.  In ogni caso, per risolvere il problema e ottenere una connessione veloce e performante bisogna prima di tutto capire se i rallentamenti sono dovuti alla rete esterna; per farlo occorre testare correttamente la linea e quindi contattare il proprio operatore Internet in caso di problemi. Una volta che ci siamo accertati che i rallentamenti non sono dovuti alla linea, si tratta di controllare la rete Wi-Fi di casa alla ricerca di eventuali problemi. 


Problema di linea o di Wi-Fi? Ecco come fare a capirlo 

Prima di intervenire sulla rete Wi-Fi domestica è bene capire qual è lo stato dell’arte della propria connessione a Internet, ovvero verificare la velocità della linea al meglio delle sue possibilità. Per farlo è necessario prima di tutto escludere dalla rete ogni altro dispositivo diverso dal computer che utilizzeremo per eseguire il test, in modo tale da non falsare i risultati della prova.  Se la connessione arriva in casa tramite un modem, per esempio in caso di connessione in fibra FTTH o di connettività da un operatore wireless, si può  collegare il cavo di rete proveniente dal modem o dall’antenna direttamente al computer e testare così la linea senza pericolo che ci siano altri dispositivi collegati. Se invece utilizziamo un modem router connesso al doppino telefonico sarà meglio scollegare tutti i cavi di rete degli altri dispositivi e spegnere il Wi-Fi,  per isolare completamente il computer con il quale eseguire il test, che così avrà a disposizione tutta la banda. Per verificare la connessione si può utilizzare uno dei tanti test di velocità presenti online, tra cui quello certificato da AGCOM raggiungibile all’indirizzo www.misurainternet.it.   Se la velocità è soddisfacente e nei parametri della linea, allora i rallentamenti non sono dovuti alla connessione a Internet e il problema va ricercato nella rete Wi-Fi domestica.


Come scegliere un router Wi-Fi e quali caratteristiche tenere d’occhio 

Se Internet è veloce ma la connessione è ancora "zoppicante" allora il problema va ricercato all’interno della rete domestica. Solitamente l'indiziato numero uno è il modem router, perché è il dispositivo che gestisce tutte le richieste di connessione e si occupa anche di generare la rete Wi-Fi. Un modem router vecchio e non aggiornato farà fatica a gestire le richieste di connessione multiple dai diversi apparati presenti in casa, rallentando tutta la rete e comportandosi come un collo di bottiglia per lo scambio dei dati. Se utilizza uno standard Wi-Fi di vecchia generazione potrebbe non essere in grado di assicurare una banda sufficiente e fornire una cattiva copertura, rallentando così in modo rilevante la connessione. La buona notizia è che oggi,  grazie al modem libero, chiunque può decidere di utilizzare un modem di sua proprietà, non occorre più usare quello fornito dagli operatori di telefonia. Ma come orientarsi per la scelta? Per prima cosa bisogna capire se si ha bisogno di un modem router o solo di un router. Il modem si occupa di realizzare la connessione con la rete esterna dell’operatore, il router invece gestisce e smista il traffico da e verso i differenti dispositivi di casa (il PC, il TV, il tablet, etc), connessi via cavo o tramite Wi-Fi. Se in casa arriva il classico doppino telefonico in rame (ADSL o FTTC) bisogna utilizzare  un modem router; chi dispone invece di un collegamento in fibra ottica (FTTH) o di una connessione wireless  ha bisogno solo di un router, questo perché di solito il modem è già integrato tra gli apparati installati in casa direttamente dall’operatore. Volendo è possibile utilizzare anche un modem router, purchè sia dotato di un ingresso WAN (talvolta è indicato anche come Internet), che consente di collegare direttamente il cavo di rete proveniente dall’installazione della fibra in casa o dall’antenna dell’operatore wireless.  Per quanto riguarda il Wi-Fi è molto importante accertarsi che il nuovo router, o modem router, sia dotato di uno degli ultimi standard in commercio, come il Wi-Fi 5 (detto anche “ac") o Wi-Fi 6 (conosciuto come “ax"). Un dispositivo Wi-Fi di ultima generazione non garantisce semplicemente più velocità, ma ottimizza anche la copertura e la distribuzione del segnale all’interno dell’abitazione. Inoltre gestisce molto meglio la congestione e le interferenze grazie all’uso della doppia banda a 2,4 e 5 GHz. Le due bande possono essere impiegate infatti in modi differenti: per aumentare la velocità di trasferimento dati, sommandole, oppure utilizzando soltanto la banda a 5 GHz, meno congestionata di quella a 2,4 GHz, evitando così problemi di intasamento e lentezza da sovraffollamento. La dotazione di porte dei diversi modelli di router è molto simile: di solito sono disponibili un certo numero di prese Ethernet per collegare via cavo PC, NAS e altri dispositivi. Alcuni router sono dotati anche di una porta USB,  utile soprattutto per collegare un hard disk esterno che in questo modo risulta accessibile da tutti i dispositivi connessi alla rete domestica. Si tratta di una soluzione semplice per eseguire il backup dei dati e per rendere disponibili in rete i file  verso tutti i dispositivi connessi. Ad esempio, è possibile salvare sul disco e condividere in modo semplice la propria collezione di foto, musica e video e riprodurli direttamente sullo Smart TV, sul PC, lo smartphone e il tablet. 

 

D-LINK Wi‑Fi Smart Mesh EXO AC2600 DIR‑2660

Velocità e bassa latenza per i più esigenti

A chi desidera un Wi-Fi velocissimo D-Link propone il router Smart Mesh EXO AC2600 DIR‑2660, che integra il Wi-Fi a doppia con velocità fino a 2600 Mbit/s grazie alla combinazione della doppia banda a 800 Mbit/s e 1.732 Mbit/s. Con una velocità così elevata e una bassa latenza, il DIR-2660 è perfetto per le applicazioni come video in streaming e videogiochi online. Il DIR-2660 offre inoltre un controllo dell’utilizzo della rete dei più piccoli e supporta gli assistenti vocali di Google e Amazon.

  • Router Wi-Fi Dual Band 2600 Mbit/s

  • Processore dual-core

  • 1 porta WAN Gigabit Ethernet

  • 4 porte Gigabit

  • 1 porta USB 2.0 + 1 porta USB 3.0

  • Supporto Wi-Fi Mesh

  • Connessione Wi-Fi facilitata con WPS

  • Codifica WPA/WPA2

  • Protezione antivirus McAfee integrata

  • Supporto a Google Assistant e Amazon Alexa

  • Accesso controllato per i più piccoli

  • Dimensioni: 223 x 176,6 x 65 mm

Acquista ora

AVM FRITZ!Box 7530

Un solo dispositivo per connettere tutta la casa

Fritz!Box 7530 è l’unione di tre dispositivi: è un modem ADSL/VDSL, un router Wi-Fi AC a 866 Mbit/s doppia banda e un centralino per telefoni senza fili DECT. In più include una porta USB che gli permette di fare da media server, per condividere video e contenuti multimediali in tutta la rete di casa. Con un solo dispositivo si potranno collegare fino a 6 telefoni cordless e guardare i propri video e le foto sul televisore attraverso la rete Wi-Fi.

  • Modem DSL fino a 300 Mbit

  • Funzione router con modem esterno via cavo (fibra ottica o rete mobile)

  • Wireless ac + n

  • 4 porte gigabit LAN

  • 1 porta USB 3.0

  • 1 porta per telefoni analogici, fax o segreterie

  • Base DECT per 6 telefoni cordless

  • Connessione Wi-Fi facilitata con WPS

  • Codifica WPA2

  • Funzione ripetitore Wi-Fi

  • 5 segreterie telefoniche con Voice to mail

  • Funzione Fax con inoltro email

  • Dimensioni: 208 x 150 x 37 mm

Acquista ora

Se siamo troppo lontani ci sono gli extender super veloci 

Quando il dispositivo da connettere è troppo distante dalla sorgente di segnale meglio adottare un range extender (o repeater) per ripetere il segnale Wi-Fi e arrivare molto più distante di quanto si riesce con il solo router. La rete Wi-Fi ha una copertura circolare attorno alla sorgente e il segnale diventa più debole via via che ci si allontana dal centro. Un extender posizionato in un punto dove il segnale è ancora sufficientemente potente può generare un secondo cerchio che in parte si sovrappone al primo e che arriva coprire una zona nuova della casa. È fondamentale scegliere un extender almeno con lo stesso standard Wi-Fi del router, altrimenti si rischia di creare un altro collo di bottiglia. Se il router è un modello dotato di Wi-Fi 6, ad esempio, meglio che l’extender sia dello stesso tipo. Se si sceglie un extender con uno standard precedente, un Wi-Fi 5 ad esempio, la connessione avviene ugualmente (gli standard Wi-Fi sono retro compatibili) ma con le prestazioni minori. D’altra parte, se il router e troppo vecchio si farà fatica a trovare un extender con lo stesso standard Wi-Fi e spendere soldi per un extender ultimo modello potrebbe non essere conveniente: le prestazioni saranno infatti limitate dal vecchio router. Meglio allora cogliere l’occasione per cambiare entrambi, valutando magari l’acquisto di un kit Wi-Fi Mesh.

FRITZ! REPEATER 3000 INT

Wi-Fi a doppia banda con supporto alle reti Mesh

Il repeater Fritz! 3000 estende la rete wireless con una velocità fino a 1733 Mbit al secondo (866 + 400 Mbit/s) ed è compatibile con lo standard Mesh, che gli permette di integrarsi perfettamente all’interno della rete Wi-Fi esistente: non è necessario scollegarsi da una rete per passare all’altra, tutto viene gestito in maniera trasparente dalla rete Mesh. L’installazione è facilitata anche da un LED colorato che aiuta a trovare la posizione ottimale in casa, in modo da ottimizzare la distribuzione della rete Wi-Fi.

  • Repeater doppia banda Wireless a 2,4 e 5GHz

  • 3 unità wireless: 1733 Mbit/s + 866 Mbit/s (5 GHz) + 400 Mbit/s (2,4 GHz)

  • 2 porte LAN Gigabit

  • Connessione Wi-Fi facilitata con WPS

  • Codifica WPA2

  • Interfaccia web browser

  • Sistema intelligente Fritz!OS 6.90

  • Garanzia 5 anni del costruttore

  • Dimensioni: 88 x 184 x 136 mm

Acquista ora
Ottimizzare il Wi-FI

I cinque consigli per avere una rete Wi-Fi efficiente e veloce

Il router potrebbe non essere l’unico responsabile della bassa velocità di connessione, per avere una rete Wi-Fi capace di ottime prestazioni è molto importante anche il posizionamento dei dispositivi. Ecco cinque consigli utili su dove mettere i dispositivi e come utililizzarli al meglio.


1 - Metti il router al centro di tutto: se il router integra il Wi-Fi meglio metterlo in una posizione più centrale possibile rispetto all’area da coprire, in modo tale da raggiungere al meglio tutta la casa. Le antenne Wi-Fi, infatti, creano una rete con un perimetro circolare attorno alla sorgente, il cui segnale si indebolisce man mano che si va verso l’esterno. Ecco perché è importante mettere il router in una posizione più centrale possibile e preferibilmente in un posto più alto rispetto al pavimento.

2 - Evita le interferenze: telefoni cordless, microonde e dispositivi di trasmissione radio in generale possono interferire con la rete Wi-Fi, soprattutto nella banda 2,4 GHz, quella di solito più utilizzata. Meglio quindi tenere router e i dispositivi Wi-Fi lontani da queste possibili fonti di interferenze. 

 

3 - Attento a muri spessi e superfici schermanti: altri elementi che possono mettere in seria difficoltà il segnale Wi-Fi sono gli ostacoli fisici come muri portanti, superfici schermanti e griglie di metallo, che possono attenuare il segnale Wi-Fi e quindi rallentare la connessione. È consigliabile tenere i dispositivi Wi-Fi ad almeno 60 cm di distanza da strutture di metallo, tubazioni, soffitti metallici, cemento armato e divisori metallici.

 

4 - Posiziona l’extender dove il segnale è forte: se si percorre la strada del ripetitore di segnale Wi-Fi (extender), è bene posizionarlo con cura all'interno del perimetro dove il segnale da ripetere è sufficientemente forte. Se si posiziona l’extender in una zona troppo periferica potrebbe non riuscire a ripetere correttamente il segnale.

 

5 - Orienta bene le antenne:  molti router integrano le antenne al loro interno, ma in qualche caso sono ancora esterne. La loro posizione influenza la copertura del segnale: meglio tenerle sempre in verticale se la copertura è su uno stesso piano, se si inclinano di 45 o 90 gradi il segnale si può spostare in verticale, andando a coprire un altro piano dell’abitazione. 


Wi-Fi Mesh, la rete diventa più "intelligente"

La tecnologia Mesh è la naturale evoluzione del Wi-Fi, soprattutto in ambito domestico. È una nuova concezione della rete domestica: al posto di un dispositivo principale (solitamente il router) al centro della rete e tanti extender periferici  impiega una serie di dispositivi che condividono in maniera intelligente banda e potenza di segnale, raggiungendo i dispositivi che ne richiedono di più in ogni punto della casa. La rete Mesh, in altre parole, non mira a estendere una rete tramite ripetitori (extender), ma diffonde la rete Wi-Fi attraverso una serie di satelliti perfettamente integrati, che dialogano e scambiano dati tra di loro. I dispositivi Mesh sono solitamente venduti in kit da 2 o 3 pezzi, di cui uno può sostituire il router principale di casa.


Se devi andare da un piano all’altro usa il powerline

Ci sono casi in cui arrivare con il Wi-Fi ovunque non è proprio possibile, il segnale ha infatti una copertura orizzontale e fatica ad attraversare soffitto e pavimento. Talvolta però occore coprire più piani, come in un appartamento su più livelli: in questi casi inutile tentare di arrivare con il Wi-Fi in mansarda o in taverna. Se non è possibile portare la connessione via cavo, si può prendere in considerazione un kit powerline, che fa passare il segnale dati attraverso l’impianto elettrico.  Si parla di kit powerline perché normalmente vengono vendute confezioni da 2 unità. Entrambi i dispositivi powerline  vanno collegati a una presa di corrente dell'abitazione, sotto lo steso contatore:  la prima unità verrà collegata anche al router o a un cavo di rete connesso al router, l’altro dispositivo powerline va invece posizionato nel posto che si vuole raggiungere. Esistono anche kit che integrano in una delle due unità un access point Wi-Fi, così da portare in taverna o in mansarda anche una rete Wi-Fi potente e veloce.

D-LINK DHP-W611AV

Powerline e Wi-Fi per guardare film in streaming in 4K

Il Kit DHP-W611AV è l’ideale per portare la rete ovunque in casa e utilizzare servizi video in streaming in ogni piano: integra l’ultimo standard HomePlug AV, pensato in modo specifico per trasportare sulla rete elettrica sia segnali video in HD che telefonia VoIP senza interferenze. La velocità massima raggiunge i 1000 Mbit/s, mentre il Wi-Fi è di tipo ac ed è capace di arrivare fino a una velocità di 1200 Mbit/s.

  • Tecnologia PowerLine AV2 1000

  • 1 porta Ethernet Gigabit

  • Wi-Fi dual band AC1200

  • Codifica WPA/WPA2

  • 128-bit AES encryption

  • Configurazione via browser web

  • Connessione Wi-Fi facilitata WPS

  • Modalità risparmio energetico

  • Massima sicurezza con crittografia a 128-bit AES

  • Installazione facilitata

  • Dimensioni: 140x 68 x 50 mm

Acquista ora

AVM FRITZ!Powerline 540E WLAN Set

I dati viaggiano sull’impianto elettrico a 500 Mbit/s

Estendere la rete con il kit FRITZ!Powerline 540E è facile e sicuro: i dati viaggiano sulla rete elettrica di casa con una velocità di 500 Mbit/s e arrivano anche dove il Wi-Fi non riesce ad arrivare. Il Kit 540E si integra nella rete Mesh di Fritz, in questo modo non ci si deve più preoccupare di essere collegati alla rete giusta. FRITZ!Powerline 540E offre anche una rete Wi-Fi n a 300 Mbit al secondo, per portare il collegamento wireless anche in mansarda o in taverna.

  • Powerline fino a 500 Mbit/s

  • 2 porte Fast Ethernet 100Mbit/s

  • Compatibile con adattatori powerline meno recenti

  • Wi-Fi n fino a 300 Mbit/s

  • Estende la portata delle reti Wi-Fi

  • Connessione Wi-Fi facilitata WPS

  • Prioritizzazione delle trasmissioni video e telefonia senza interferenze

  • Dimensioni: 40 x 100 x 65 mm / 59 x 132 x 41 mm

Acquista ora


Connessione mobile 4G, la soluzione facile per avere Internet ovunque

Se nella zona di residenza ADSL e fibra non sono disponibili, o si è sprovvisti di una connessione ed è necessario averla in tempi molto brevi, si può ovviare con una connessione cellulare 4G. Oggi gli operatori mobile offrono pacchetti con diverse decine di gigabyte di traffico a disposizione, quando non delle vere e proprie soluzioni semi-flat. Per poter utilizzare una SIM in modo comodo basterà acquistare un router 4G: un dispositivo provvisto di sistema di connessione mobile come lo smartphone. In commercio ne esistono diversi modelli, da quelli più semplici da connettere direttamente alla porta USB del PC, a modelli più completi del tutto simili a un qualsiasi altro modem router Wi-Fi, con tanto di prese di rete cablate e alimentazione esterna da rete elettrica.   

Le parole da sapere

Internet e Wi-Fi, conoscere i termini "tecnici"

Ci sono alcuni termini che è meglio conoscere quando ci si avventura nel mondo delle connessioni Internet e Wi-Fi, li abbiamo raccolti qui di seguito con una breve spiegazione, sufficiente per avere un’informazione di base.   

Modem -  È il dispositivo che effettua la connessione alla rete in rame (il classico doppino telefonico) o tramite la fibra ottica che arriva direttamente in casa. Da non confondersi con il router che svolge una differente funzione, anche se spesso modem e router sono integrati in un unico dispositivo.
Router -  Si tratta di un dispositivo che è in grado di collegare a Internet e tra di loro più apparati (PC, TV, stampanti, smartphone, etc), sia via cavo che tramite Wi-Fi. I router offrono molte funzionalità evolute, come la possibilità di collegare un telefono digitale VOIP, un hard disk esterno su cui salvare i dati o una stampante da condividere in rete.

Extender Wi-Fi -  Si collega a una rete Wi-Fi esistente per ampliare il raggio di copertura del segnale, per estendere la portata della rete, da cui il nome. Viene chiamato anche range extender o repeater. 

Rete 4G/modem 4G  - Si tratta di una connessione dati che si appoggia alla rete cellulare, utilizzabile anche in casa tramite un router o un modem 4G per connettere a Internet PC, TV e gli altri dispositivi presenti. 

Mesh -  È una tipologia di connessione Wi-Fi molto recente, permette di creare una rete domestica formata da diversi dispositivi intelligenti che dialogano tra loro e ottimizzano sia la portata del segnale che la velocità.

Wi-Fi 5, 6 -  Il Wi-Fi si evolve col passare del tempo, i diversi standard all’inizio hanno preso il nome del protocollo, ovvero 802.11b/g/n, recentemente si è passati a un nome più semplice da memorizzare con numero sequenziale. Gli ultimi e più veloci standard 802.11ac e 802.11ax sono stati rinominati Wi-Fi 5 e Wi-Fi 6.

Powerline -  Standard di trasmissione dati attraverso l’impianto elettrico. Si ottiene con una coppia di adattatori da collegare alla presa della corrente.

FTTC (Fiber To The Cabin) -  È l’acronimo che indica un tipo di connessione in fibra ottica con l’ultimo tratto su doppino telefonico in rame. La fibra arriva all’armadio di zona, per poi proseguire verso le case con il classico cavo in rame. Offre in genere prestazioni superiori all’ADSL ma inferiori alla fibra FTTH.

FTTH (Fiber To The Home) -  È la fibra ottica pura, quella che arriva direttamente in casa: offre il massimo delle prestazioni. Richiede un modem speciale che solitamente fornisce l’operatore, a cui si può collegare un router qualsiasi dotato di porta WAN.