• Guida all'acquisto

Voglia di grande schermo

È arrivato il momento di concedersi un regalo, qualcosa di speciale che si desidera da tempo Un nuovo TV per il soggiorno di casa, ad esempio, capace di offrire ore e ore di intrattenimento a tutta la famiglia Come scegliere quello giusto?

In questo periodo dell’anno scatta la corsa ai regali, una ricerca talvolta affannosa per trovare l’oggetto giusto e cercare così di accontentare tutti. Ma il Natale può essere l’occasione per vedere le cose da un punto di vista diverso e decidere di farsi un regalo importante, di comprare qualcosa che magari si desidera da tempo, in grado di far felici tutti in famiglia. Come un nuovo TV per il soggiorno di casa, per seguire sul grande schermo gli eventi sportivi, le serie tv più amate, guardare un bel film. Un auto-regalo tra i più classici, da scegliere bene, con attenzione. I TV di ultima generazione offrono soluzioni avanzate per garantire immagini di elevata qualità e un alto livello di intrattenimento in ogni situazione, con le trasmissioni sul digitale terrestre, via satellite e sulle piattaforme di streaming attraverso Internet. Cosa considerare per scegliere il modello giusto in base alle proprie esigenze? Meglio un TV OLED o un LCD?  Quanto deve essere grande lo schermo? Vediamo i principali aspetti da considerare, cosa valutare per l’acquisto del nuovo TV.

Tecnologie di riproduzione delle immagini

TV OLED, LED e QLED progettati per domare la luce

Per riprodurre le immagini i TV possono utilizzare la tecnologia LCD, l’evoluzione Quantum Dots, utilizzata soprattutto da Samsung per i suoi TV QLED, oppure la più recente tecnologia OLED, ormai ben consolidata e perfettamente affidabile.  Per capire quale TV scegliere è utile sapere come funzionano queste tecnologie, per apprezzarne le caratteristiche più rilevanti.

LCD, il pannello che filtra la luce

I TV LCD (Liquid Crystal Display) utilizzano un pannello a cristalli liquidi posto davanti a una fonte di luce (retroilluminazione) : applicando un segnale opportuno è possibile polarizzare i cristalli liquidi, comandarli punto per punto in modo tale da lasciar passare più o meno luce. Per riprodurre una zona scura dell’immagine i punti corrispondenti non dovrànno lasciar passare la luce; viceversa per ottenere una zona luminosa dovranno lasciar passare molta luce. La presenza di filtri colorati RGB (Red, Green, Blu) e dei cosiddetti sub-pixel permette di illuminare ogni punto del colore desiderato. 

LED, l’altro faccia dell’ LCD

I TV LED non sono altro che TV LCD con retroilluminazione affidata a una serie di piccoli LED, in genere disposti sui bordi dello schermo (Edge LED). I primi TV LCD utilizzavano per la retroilluminazione delle lampade a fluorescenza, ormai obsolete e abbandonate da tempo: tutti i TV LCD attualmente in commercio sono quindi LED. I vantaggi sono innumerevoli: i LED consumano meno, non scaldano, occupano meno spazio e consentono di realizzare TV più sottili. Inoltre possono essere comandati per gestire la retroilluminazione in modo differenziato a zone (Local Dimming) e ottenere così un maggior contrasto tra zone scure e luminose dell’immagine. 

QLED, luce pura e colori più vivi 

I QLED sono un’evoluzione della tecnologia LCD/LED basata sull’utilizzo dei cosiddetti Quantum Dots: dei piccoli cristalli, delle nano-particelle che quando vengono illuminate emettono una luce molto pura del colore desiderato. Questa tecnologia viene impiegata per realizzare dei filtri che permettono una migliore gestione della luce. Ne consegue una maggiore fedeltà cromatica, con una riproduzione dei colori più vivi e realistici anche ai bassi livelli di luce. 

OLED, scuro come la notte

I TV OLED (Organic Light Emitting Diode) utilizzano una tecnologia differente: lo schermo è costituito da piccoli diodi che si “accendono” quando sottoposti a un segnale elettrico. Il pannello emette quindi luce propria e non occorre retroilluminazione. Ogni pixel è composto da elementi con i colori primari RGB che permettono di ottenere tutta la gamma di colori. Se occorre riprodurre una zona scura i pixel corrispondenti rimangono spenti. Questo permette di ottenere un nero intenso e un livello di contrasto molto elevato. Partendo da un nero profondo i colori risultano molto brillanti e realistici. 

PANASONIC TX-65GZ960E

Il TV preferito a Hollywood

Per la messa a punto dei suoi TV Panasonic si avvale della collaborazione dei professionisti di Hollywood coinvolti nel processo di post-produzione dei film. Il processore di immagine HCX PRO Intelligent offre un perfetto controllo dei parametri delle immagini e una resa incredibile, fedele alle intenzioni dei registi. 

  • TV OLED 4K-Ultra HD

  • Schermo 65” (disponibile anche 55”)

  • Formati HDR: HDR10, HDR10+, Dolby Vision, HLG

  • Processore HCX Pro Intelligent

  • Tuner DVB-T/T2 e DVB-S2

  • Dolby Atmos

  • Potenza audio 50 watt (10 W x 2 + 15 W x 2)

  • Smart TV: my Home Screen4.0

  • Dimensioni con base (LxAxP): 144,9 x 89,8 x 30 cm

Acquista ora

SAMSUNG QE55Q90R

l’LCD che non ha paura del buio

Grazie alla tecnologia Quantum Dot, questo TV LCD Samsung riproduce una gamma molto ampia di colori e un’immagine realistica, sia con scene buie che molto luminose. La tecnologia Direct Full Array 16x controlla la retroilluminazione per garantire un elevato contrasto, il processore Quantum 4K effettua un preciso upscaling e garantisce immagini nitide con ogni contenuto.

  • TV QLED 4K-Ultra HD

  • schermo 55” (disponibile anche 65” e 75”)

  • Formati HDR: HDR10, HDR10+, HLG

  • Quantum Processor 4K

  • Ultimate UHD Dimming

  • Tuner DVB-T/T2 e DVB-S2

  • Dolby Digital Plus

  • Audio: 4.2 canali, 60 watt

  • Samsung Smart TV

  • Dimensioni con base (LxAxP): 123,1 x 79,6 x 23,5 cm

Acquista ora
Come scegliere il TV

Il TV fatto apposta per me

Tutti i nuovi TV offrono una dotazione completa, dispongono di ingressi ed uscite in numero tale da soddisfare la maggior parte delle esigenze, sono dotati di connettività Wi-Fi e hanno una piattaforma Smart TV con le app per accedere ai contenuti disponibili in streaming. Ci sono però caratteristiche che è bene verificare, vediamo quali sono e come scegliere il TV in base alle proprie esigenze.

OLED O LCD? La scelta dipende anche dalla luce in salotto

I TV LCD sono in grado di garantire ottime prestazioni, specie i modelli con la tecnologia più avanzata. Per le loro caratteristiche, possono offrire un’elevata luminosità, questo gli permette di garantire un’ampia gamma dinamica anche in ambienti ben illuminati. Dove invece la luce è più controllata, e per tutti coloro che privilegiano una visione più cinematografica, l’OLED ha una marcia in più, grazie al nero profondo che permette ai colori di risaltare in modo molto naturale. 

Risoluzione: il TV da salotto è 4K  Ultra-HD

Per il TV grande da mettere in salotto meglio considerare modelli 4K/Ultra HD, di fatto si tratta poi di una scelta quasi obbligata: è difficile, infatti, trovare in vendita TV con schermo grande (dai 50” in su) e risoluzione inferiore. I produttori, giustamente, hanno deciso di investire nel 4K/Ultra HD, capace con i suoi 3840 x 2160 pixel di garantire una qualità notevole delle immagini e destinato a divenire man mano il nuovo riferimento per le trasmissioni tv. 

HDR: occhio allo standard

Per visualizzare le immagini in HDR il TV deve supportare i formati utilizzati per codificare le informazioni aggiuntive. L’HDR 10 è lo standard supportato da tutti i TV Ultra HD HDR; il Dolby Vision offre una codifica dinamica dei dati, scena per scena, e una maggiore qualità. HDR 10+ è il più giovane tra gli standard HDR, è un’evoluzione dell’HDR 10 con gestione dinamica dei dati. L’HLG (Hybrid Log Gamma,) è invece utilizzato per le trasmissioni tv in HDR. Data per scontata la compatibilità con HDR 10, per la scelta del nuovo TV è bene verificare la compatibilità con HLG e possibilmente anche con il Dolby Vision.   

Dimensioni dello schermo: più grande che si può

Per scegliere la dimensione dello schermo occorre fare riferimento a considerazioni scientifiche basate sulla capacità del nostro occhio di distinguere da una certa distanza due punti tra loro vicini sullo schermo. Seguendo questo principio, si ottiene che per cogliere tutti i dettagli delle immagini in 4K da una distanza di visione pari a circa 2 metri occorre un TV da 55”; per distanze di visione superiori sono consigliati TV con schermo più grande. Con risoluzioni inferiori al 4K si può invece scegliere un TV più piccolo. Per godere di tutta la qualità delle immagini lo schermo del TV dovrebbe essere quindi molto più di grande di quello che siamo soliti pensare. Nella scelta della dimensione del TV entrano però in gioco anche considerazioni pratiche: non sempre si può inserire nel soggiorno di casa un TV molto grande. Per decidere quanti pollici deve avere lo schermo del nuovo TV il consiglio è quello di verificare lo spazio a disposizione, scegliendo il TV con lo schermo più grande possibile, tenendo ovviamente conto del proprio budget.

Tuner DVB-T2 e HEVC, i nuovi TV sono già pronti

La necessità di liberare le frequenze per fare spazio alle reti mobili richiede una riorganizzazione dei canali della tv digitale terrestre, con l’adozione del nuovo standard di trasmissione DVB-T2 e della codifica HEVC. La transizione verso il nuovo sistema prevede prima lo spegnimento della codifica MPEG2 a favore di quella AVC (MPEG4), già usata oggi per i canali HD: avverà in  tutta Italia il 1 settembre 2021; quindi tra il 21 e il 30 giugno 2022 si spegneranno le trasmissioni in formato DVB-T per lasciare posto a quelle DVB-T2 e HEVC. Per legge, i TV in vendita a partire dal 1° gennaio 2017 devono essere dotati di tuner l DVB-T2 e decodifica HEVC. Nessun problema quindi: comprando un nuovo TV non serviranno decoder esterni e si potrà continuare a vedere i programmi sul digitale terrestre anche quanto verrà adottato il nuovo standard, senza bisogno di ricorrere a un decoder esterno. 

 
Tivùsat: tanti canali in più, anche in 4K

Lo slot Common interface Plus (CI+) consente di alloggiare il modulo CAM da utilizzare per la visione dei canali criptati sul digitale terrestre o via satellite. Tutti i TV di ultima generazione ne sono dotati, è comunque bene verificarne la presenza. Per la scelta del TV è molto interessante anche la certificazione tivùsat, che garantisce la compatibilità dell’apparecchio con la piattaforma satellitare gratuita che mette a disposizione decine di canali, sia italiani che stranieri, molti dei quali in Full HD e in 4K. La piattaforma tivùsat, inoltre, rende disponibili via satellite i canali del digitale terrestre. In particolare a partire dal primo semestre 2020, su tivùsat saranno disponibili tutti i TG regionali RAI. 

Philips 55PUS7504

Qualità e intrattenimento totale in 4K

Questo TV 4K UHD Philips offre immagini con colori intensi e un ottimo contrasto. Il processore P5 Perfect Picture elabora il segnale video per offrire una riproduzione naturale e un elevato dettaglio. L’Ambilight  sui tre lati aumenta il coinvolgimento, la piattaforma Android TV offre l’accesso ad una moltitudine di app e contenuti.   

  • TV LED 4K-Ultra HD

  • Schermo 55”

  • Formati HDR: HDR10, HDR10+, Dolby Vision, HLG

  • Processore P5 Perfect Picture

  • Ambilight 3 lati

  • Tuner DVB-T/T2,

  • DVB-S/S2

  • Supporto HEVC (H.265), MPEG4

  • Dolby Atmos

  • Potenza audio 25 watt (2 altoparlanti medio-alti da 6,25 watt, woofer 12,5 watt)

  • Android TV 9

  • Dimensioni con base (LxAxP): 122,3 x 76,8 x 20,7 cm

Hisense H50B7100

Intelligenza artificiale al servizio delle immagini

Il TV Hisense B7100 offre un invidiabile rapporto qualità/prezzo. Il sistema Depth Enhancer regola il contrasto dinamico per dare un’ulteriore profondità all’immagine, l’intelligenza artificiale dell’algoritmo Scene Recognition identifica il tipo di programma e ottimizza la qualità dell’immagine e del suono per offrire sempre un elevato livello di intrattenimento.    

  • TV LED 4K-Ultra HD

  • Schermo 50”

  • Formati HDR: HDR 10, HLG

  • Tecnologia Precision Colour

  • Motion Picture Enhancer

  • Tuner DVB-T2, DVB-S2

  • Certificato tivùsat

  • Decoder HEVC (H.265) e MPEG4

  • DTS

  • Dolby Audio

  • Potenza audio: 2x8 watt

  • Smart TV VIDAA U3.0 AI

  • Controllo vocale Amazon Alexa

  • Dimensioni con base (LxAxP): 112,7 x 71 x 21 cm

Acquista ora
Gli standard HDR 

HDR in tutti i modi possibili

L’HDR (High Dynamic Range, elevata gamma dinamica) permette ai TV compatibili di gestire picchi di luminosità elevati, di riprodurre in modo più accurato le sfumature di luci ed ombre e di offrire una gamma di colori più ampia, ottenendo così una resa delle immagini più vicina a quello che possiamo osservare direttamente in natura. Per codificare le informazioni necessarie vengono utilizzati differenti standard: HDR 10, Dolby Vision, HDR 10+ e HLG.  L’HDR 10 è supportato da tutti i TV Ultra HD HDR, viene utilizzato per la codifica dei Blu-ray HDR e dalle principali piattaforme di streaming. Il Dolby Vision, a differenza dell’HDR 10, supporta  la codifica dinamica dei dati scena per scena, consentendo prestazioni più elevate. È uno standard proprietario, non tutti i TV lo supportano: per integrarlo i produttori di TV devono pagare le licenze a Dolby. Per quanto riguarda i contenuti, il Dolby Vision è supportato da diversi studi cinematografici (tra cui Lionsgate, Sony Pictures, Universal e Warner Bros); su Netflix e Amazon Prime Video sono disponibili contenuti HDR in Dolby Vision. HDR 10+ è il più giovane tra gli standard ed è un’evoluzione dell’HDR 10 con gestione dinamica dei dati. Ha il vantaggio di essere gratis, non occorre pagare per le licenze. È supportato da 20th Century Fox che garantisce il rilascio dei nuovi film in questo formato; anche Amazon Prime Video distribuisce in streaming alcuni titoli in HDR 10+. L’HLG (Hybrid Log Gamma,) è invece il formato utilizzato per le trasmissioni televisive broadcast in HDR; nel nostro paese i contenuti HDR HLG sono disponibili sulla  piattaforma Sky Q, ad esempio. 

 

LG OLED 55E9PLA

L’OLED che impara dalle immagini

LG ha sviluppato la tecnologia OLED per i TV, è l’unico costruttore a  produrre i pannelli OLED per i TV. Il modello E9 riunisce tutto il know how del costruttore in questo campo, offre un processore con intelligenza artificiale e Deep Learning capace di analizzare il contenuto delle immagini e di ottimizzare le prestazioni in ogni situazione.   

  • TV OLED 4K-Ultra HD

  • Schermo 55” (disponibile anche 65”)

  • Formati HDR: HDR10, HDR10 PRO, Dolby Vision, HLG

  • Processore α9 Gen 2 con intelligenza artificiale

  • Tuner DVB-T2, DVB-S2

  • Certificazione tivùsat

  • Google Assistant

  • Alexa

  • Dolby Atmos

  • DTS

  • Audio 4.2 canali potenza 60 watt

  • Smart TV webOS 4.5

  • Dimensioni con base (LxAxP): 122,6 x 75,3 x 22 cm

Acquista ora

SONY KD65AG9

Immagini e suoni in perfetta armonia

Un TV nato per stupire, con una qualità eccezionale delle immagini e del suono grazie all’esclusivo sistema Acoustic Surface Audio+, che emette l’audio dal pannello frontale del TV, per una perfetta coerenza con le immagini. Il Processore Sony X1 Ultimate offre prestazioni impeccabili, ottimizza luminosità, dettagli e colori in maniera intelligente, per garantire immagini con un incredibile livello di realismo.

  • TV OLED 4K-Ultra HD

  • Schermo 65” (disponibile anche 55”)

  • Schermo Triluminos

  • Formati HDR: HDR10, Dolby Vision, HLG

  • Processore X1 Ultimate

  • tecnologia X-Reality PRO

  • Motionflow XR

  • Tuner DVB-T/T2 e DVB-S2

  • Dolby Digital

  • Dolby Digital Plus

  • DTS Digital Surround

  • Speaker Acoustic Surface Audio+

  • Potenza audio 2x20 W + 2x10 W

  • Android TV

  • Dimensioni con base (LxAxP): 144,7 x 83,8 x 25,5 cm

Acquista ora