Il ritorno al futuro dei vinili con la versione HD di Rebeat.
  • News

Il ritorno al futuro dei vinili con la versione HD di Rebeat.

Maggiore qualità, frequenza e durata per i futuri vinili HD progettati dall'austriaca Rebeat.

Sono riusciti a raccogliere 4,8 milioni di euro di finanziamenti e sono pronti a partire. Dall'Austria arrivano notizie interessanti sul fronte di un progetto che potrebbe ridare slancio a un prodotto ormai per pochi appassionati.

Con il vinile HD, assicura l' amministratore delegato di Rebeat Guenter Loibl , potremo contare su una qualità superiore ai classici vinili, con una frequenza fino a 100kHz insieme  a uno spazio dedicato alla musica superiore del 30%. 

Come si raggiunge un risultato del genere? Innovando totalmente il processo di produzione e riducendolo a un unico step dove le tracce una volta renderizzate in 3D vengono incise con un laser su un piatto di ceramica per poi passare alla stampa dei dischi. L'utilizzo della ceramica garantisce che, a differenza dell'elaborato processo di produzione classico, l'ultima copia prodotta sia esattamente uguale alla prima senza nessuna perdita di qualità. 

Uno sguardo anche all'impatto ambientale: l'utilizzo del laser al posto dei processi chimici abituali permette di ridurre a zero i rifiuti tossici.

Ultimo vantaggio la retro-compatibilità . I vinili HD possono essere utilizzati su qualsiasi giradischi attualmente in commercio.

Prima di arrivare in negozio con i primi vinili HD, Rebeat ha previsto la presentazione dei primi master a ottobre 2018 alla conferenza Making Vinyl, per poi arrivare alla vendita nell' estate del 2019

 

Altri articoli che potrebbero interessarti

Leggi tutto di News