Il sensore di impronte si sposta nel display. Samsung pronta per il Note 9?
  • News e Novità

Il sensore di impronte si sposta nel display. Samsung pronta per il Note 9?

Dopo la presentazione di Vivo al CES indiscrezioni confermano che il produttore coreano è a buon punto nello sviluppo di un riconoscimento delle impronte digitali nel display e non più nel sensore dedicato sul retro.

In molti lo hanno richiesto e i produttori si stanno attrezzando. Stiamo parlando del fingerprint scanner che posizionato all'interno del display degli smartphone avrebbe ben altra comodità rispetto agli attuali sul retro.
Chi ha aperto le danze è stata Vivo che con il X20 Plus UD , presentato al CES di Las Vegas, ha fatto vedere come sia possibile utilizzare questa tecnologia su larga scala. In realtà al momento ci sono due strade tecnologiche per raggiungere il medesimo risultato. Da un lato quella utilizzata nel già citato Vivo, ovvero una soluzione ottica. Grazie al sensore Synaptics (Clear iD) le impronte vengono lette da un impulso luminoso che attraversa uno schermo OLED (quindi senza retroilluminazione, che ne ostacolerebbe la lettura). Dall'altro un sensore a impronte ultrasonico sul quale sta lavorando Qualcomm , produttore di chipset americano.
Secondo le indiscrezioni raccolte in un suo report da GizChina , con tanto di brevetti, Samsung sarebbe molto vicina all'implementazione di una soluzione ottica simile quindi a quella di Vivo. Appare difficile che questa soluzione venga utilizzata già nel Galaxy S9 e S9+ dove le indiscrezioni parlano di uno spostamento del sensore sempre sul retro dello smartphone. Più probabile che il sensore sul display possa essere inserito nel Note 9 che dovrebbe arrivare verso fine 2018. 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti

Leggi tutto di News e Novità